ENGLISH / FRANÇAIS / DEUTSCH
 
   
     
   


Oad Reizen
RSI
Swiss Olympic
  04.02.2009
UNA DELEGAZIONE DELLA FEDERAZIONE SPAGNOLA HA EFFETTUATO UNA RICOGNIZIONE DEI PERCORSI DEI MONDIALI 2009




Enrique Franco, vicepresidente, Josè Luis Algarra, direttore tecnico, e Josè Luis De Santos, selezionatore della nazionale professionisti, hanno visionato ieri i percorsi dei Mondiali accompagnati dal responsabile Sport di Mendrisio 09, Andrea Bellati.

Questa mattina si è tenuto un incontro con la stampa sportiva ticinese nel corso del quale gli spagnoli hanno rilasciato dichiarazioni sui circuiti dei Mondiali e sul nuovo corso della federazione spagnola.

I percorsi
La delegazione è rimasta impressionata dai circuiti dei mondiali 2009.
Franco: “ Il circuito della crono è molto tecnico e veloce: dopo un inizio abbastanza facile il tracciato si fa molto esigente sotto il profilo tecnico. Il circuito in linea è semplicemente fantastico. Sarà un mondiale molto duro. Credo che la squadra che punterà alla vittoria dovrà definire la propria strategia sin dal primo chilometro, cercando da subito di guadagnare la testa della corsa”
De Santos: “Avevamo già avuto modo di visionare i dettagli tecnici del circuito grazie alle informazioni disponibili sul web, tuttavia dal vivo ho potuto appezzare ancora di più le notevoli caratteristiche tecniche del percorso. Sarà davvero un mondiale unico.”

Il lavoro degli organizzatori
De Santos: “ Il lavoro degli organizzatori è stato ottimo: i percorsi sono già indicati anche con frecce e questo è molto importante. Evidenzia che la preparazione degli aspetti tecnici è stata molto curata”.
Algarra: “Ho partecipato a numerosi mondiali e devo ringraziare gli organizzatori per l’accoglienza che ci hanno riservato e soprattutto per averci messo a disposizione tecnici competenti per visionare il percorso”.

La squadra spagnola e i favoriti
E’ prematuro individuare ora quale sarà la squadra che parteciperà ai Mondiale.
De Santos: “Penso che il percorso in linea possa adattarsi bene alle caratteristiche di Contador e Sanchez, mentre ritengo che il percorso della cronometro potrebbe essere adatto allo svizzero Cancellara. Tra i nostri corridori possiamo anche citare Freire, che vive praticamente sul percorso e Valverde, che sicuramente punterà al risultato”.
Algarra: “Sarebbe una grande soddisfazione anche vedere vincere qui qualche nostre giovane U23. Un bel segnale di continuità per il futuro del ciclismo spagnolo”.

Il nuovo corso della federazione spagnola
Con le elezioni dello scorso novembre e la presidenza di Juan Carlos Castaño Moreta, la federazione spagnola ha intrapreso il cammino verso quello che Algarra ha definito “ciclismo de masa”: un programma basato sui valori sani dello sport sin dalle categorie giovanili che metterà in atto una vera e propria “ “Escuela de ciclismo”. La Federazione si avvale di una squadra di studiosi e accademici per elaborare un programma educativo per ciclisti sin dalla loro prima formazione, improntato allo sviluppo dell’abilità motoria e alla preparazione mentale per la gestione delle competizioni e che tenga conto inoltre della crescita del fisico.
Questa e’ la base, la chiave di volta nella lotta contro il doping con l’obiettivo dichiarato di ridare immagine e reputazione positive al ciclismo spagnolo.

Mendrisio, 4 febbraio 2009



 
Scarica il comunicato in PDF
 


   
     
     
   
               
         
   
     COPYRIGHT © ASSOCIAZIONE MENDRISIO 09